7-8 | MARZO | 2016 | MCE2016 | MOBILITY CONFERENCE EXHIBITIONMCE2016

NEWS

MAPADORE, la startup di MCE 4X4 diventa grande e progetta l'internazionalizzazione

MAPADORE, la startup di MCE 4X4 diventa grande e progetta l'internazionalizzazione

Mapadore è una startup fondata su un SaaS che permette ad un’azienda di ottimizzare e rendere più efficiente la presenza dei propri agenti o del proprio personale sul territorio grazie ai propri algoritmi di ottimizzazione, ai Digital Assistant e all’intelligenza artificiale. Il software è stato sviluppato da GoCloud, un’impresa che ha fatto dell’efficienza degli algoritmi e della Usability gli aspetti caratteristici dei propri servizi.

Oggi Mapadore è una delle startup che fa parte della Tribù dell’acceleratore d’impresa Nuvolab e l’anno scorso è stata una delle 16 finaliste di MCE4x4 2016 nella categoria superENTERPRISE. Noi di MCE abbiamo incontrato Fulvio Iori, uno dei tre co-founder, per fare il punto su Mapadore e sui risultati che sono riusciti ad ottenere anche grazie alla partecipazione a MCE4x4 (QUI per partecipare alla call).

 

1) Ciao Fulvio, raccontaci brevemente cosa fa Mapadore e qual è il vostro "perchè"

"Mapadore è una soluzione che risolve tre problemi molto sentiti nelle organizzazioni di vendita, ma poco indirizzati dalla attuale offerta tecnologica di CRM e Salesforce Automation: il tempo effettivo che i venditori trascorrono con i clienti in rapporto al tempo totale (gravato da una incidenza spesso abnorme del tempo necessario agli spostamenti, ciò che gli americani chiamano "Motion Waste"), la misurazione del processo commerciale come un vero e proprio processo industriale, l'integrazione tra i vari canali di vendita (venditori field, telemarketing, web marketing)."

 

2) L'anno scorso siete stati selezionati per partecipare a MCE 4x4 nella sezione SUPERenterprise vincendo all'evento finale essendo tra i progetti più interessanti della vostra categoria. Cos'è cambiato per voi in questo anno? Ci sono stati avvenimenti importanti che volete raccontare?

"Il 2016 è stato un anno di svolta per noi: abbiamo fortemente sviluppato il nostro mercato internazionale, abbiamo finalizzato lo sviluppo di parecchi nuovi algoritmi di Geo-Ottimizzazione e Digital Assistants che sfruttano logiche di Artificial Intelligence e Machine Learning, abbiamo messo a punto, con il supporto fondamentale da parte del venture accelerator Nuvolab, un Business Plan di sviluppo esponenziale del business internazionale, stiamo discutendo questo Business Plan con vari fondi di Venture Capital italiani ed internazionali, stiamo finalizzando il porting di Mapadore sulla piattaforma e sul marketplace del CRM leader mondiale di mercato Salesforce.com. Insomma, un anno davvero molto ricco."

 

3) Operate ormai da alcuni anni nel mondo dell'innovazione della mobilità, sulla base di quello che vedete tutti i giorni quali saranno i trend di questo 2017 rispetto al vostro settore? In che direzione andrà la mobilità nei prossimi anni secondo voi?

"Il 2017 sarà un anno di "incroci astrali perfetti": assisteremo alla convergenza e piena maturazione di alcuni mega-trend che erano in nuce da qualche anno, come la valenza sempre più spinta dell'algoritmica, di A.I. e Machine Learning, della consumerizzazione delle interfacce utenti, dei Digital Assistant, ovvero del cambiamento di paradigma verso una realtà in cui è l'informatica che assiste gli utenti nell'essere sempre più produttivi ed efficienti anzichè gli utenti al servizio dei dispositivi e delle applicazioni."

 

4) Anche quest'anno riparte MCE 4x4, evento di punta di Assolombarda riguardante il settore della mobilità, voi che avete partecipato l'anno scorso cosa avete portato a casa da questo evento? E' stato utile?

"E' stato molto utile, soprattutto per ampliare lo spettro di relazioni e per confrontarci con segmenti di utenza apparentemente meno "captive" per le nostre soluzioni. E che invece possono rivelarsi pieni di soprese."

 

5) Date un consiglio alle startup che parteciperanno a MCE e ad eventi simili a questo: qual è l'approccio giusto? Quali azioni è utile attuare per massimizzare la presenza a queste manifestazioni? Come facilitare l'avvicinamento tra startup e aziende storiche strutturare?

"A mio avviso, la regola d'oro è sempre la stessa, anche quando si partecipa a manifestazioni così ricche di opportunità di contatto con MCE: ascoltare, immedesimarsi in maniera maniacale con i problemi operativi e i mal di pancia del management delle aziende potenzialmente clienti; con un occhio anche ai mercati più evoluti, come quello nord-americano e nord-europeo. L'errore che vedo troppo spesso fare in Italia è il pensare che il proprio prodotto sia perfetto così com'è e che l'utenza debba per forza adattarsi alle sue funzionalità."

 

La call per MCE 4X4 2017 è aperta fino al 20 febbraio, CANDIDA QUI LA TUA STARTUP.

SHARE share on facebook share on twitter